Enti locali, così non va

Venerdì 22 luglio giornata di mobilitazione per modificare il decreto Enti Locali. In Lombardia presidio davanti al Pirellone dalle 10 alle 13.
Il decreto Enti Locali, già approvato dal Senato e ora in discussione alla Camera dei Deputati, non risolve i problemi nevralgici del sistema delle autonomie locali, e di conseguenza non garantisce un migliore servizio alla cittadinanza. A sostenerlo sono
le categorie del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil.
Nulla viene fatto per stabilizzare i precari delle Province, per garantire il giusto sostegno economico alle Città Metropolitane e agli enti di area vasta, per ripristinare il turnover e gli incentivi al personale. Oggi gli enti locali svolgono le proprie funzioni senza sufficienti risorse economiche e umane, con buchi di bilancio che non possono essere sanati senza l’erogazione di fondi e l’approvazione di norme adeguate a garantire il corretto funzionamento degli uffici e quindi servizi efficienti per le persone.
Per questi motivi Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl promuovono venerdì 22 luglio una giornata di mobilitazione, in tutte le regioni e in tutti i posti di lavoro. In Lombardia, a Milano, si terrà un presidio unitario regionale sotto il Pirellone, dalle 10 alle 13, e un incontro con i gruppi consiliari e la Commissione Affari Istituzionali del Consiglio regionale. Sul territorio si svolgeranno anche iniziative locali.
thomas | 20 luglio 2016, 10:54
< Torna indietro